Smart Working... 4 esercizi di ginnastica posturale.

Smart Working... 4 esercizi di ginnastica posturale.

Uno dei principali nemici del corpo umano è la sedentarietà, ecco perché l'incremento dello smart working ha contribuito notevolmente l'insorgere di problematiche infiammatorie e posturali. Per quanto utile a livello organizzativo, il lavoro da remoto ha avuto un ruolo deleterio per la routine del corpo, non basta infatti adottare alcuni accorgimenti come una poltrona più ergonomica per avere un buon sostegno o modificare lo schienale, spesso è necessario intervenire con esercizi fisici volti a migliorare la postura. In questo articolo vedremo 4 esercizi per evitare mal di schiena e contrastare i fastidi derivanti dallo smart working.

Flessione del collo

Spesso restare seduti per ore davanti alla scrivania può portare a soffrire di cervicalgia, una condizione piuttosto fastidiosa che provoca dolore a partire dalle scapole fino ad arrivare a spalle e testa. Ecco perché è importante imparare a distendere il collo nella maniera corretta. Questo esercizio inoltre può essere svolto comodamente anche in ufficio. Basta mettersi comodi e iniziare a piegare in maniera delicata la testa da sinistra a destra provando a toccare lievemente la spalla con l'orecchio, ripetendo questo movimento almeno dieci volte.
Allo stesso modo portare poi la testa in avanti e all'indietro, con una mano dietro la nuca e l'altra appoggiata al petto, ripetendo il movimento per altre dieci volte.
Infine effettuare rotazioni complete del capo in entrambi i sensi, prima da sinistra e poi a destra, con movimenti molto lenti.

Questo esercizio permette al collo di riabilitarsi dolcemente sciogliendo le tensioni, per evitare rigidità, sbandamenti e mal di testa tipici della cervicalgia.

Allargare le spalle

A casa come in ufficio, non è raro sviluppare una postura scorretta. Tra le parti del corpo che ne risentono maggiormente ci sono le spalle, spesso ricurve per un tempo prolungato di fronte al computer, che progressivamente diventano sempre più chiuse. In questo esercizio di ginnastica posturale ci prenderemo cura proprio delle spalle lavorando sui deltoidi.

Come prima cosa, mettiamoci seduti a terra con le gambe incrociate, portiamo poi le braccia parallele al pavimento rivolte verso l'alto. Da questa posizione proviamo a spingere i gomiti portandoli all'indietro, dovremmo così sentire una leggera tensione. Questa posizione va mantenuta per 15-20 secondi, per poi rilasciare. Questo esercizio è perfetto per mantenere le spalle più flessibili e per migliorare la mobilità articolare.

Per rilassare la schiena

Quando si parla di postura, la prima cosa che ci viene in mente è una bella schiena dritta, ecco perché gli esercizi dedicati alla postura della schiena sono tra i più diffusi e praticati. Gli esercizi che mirano a migliorare la postura della schiena devono essere eseguiti con costanza, così da avere la massima efficacia. Vediamo infatti due piccoli esercizi a corpo libero da ripetere almeno 10 volte ciascuno.

Per il primo esercizio si parte in piedi, con le gambe leggermente divaricate. Da questa posizione scendiamo gradualmente verso il basso piegando le gambe, arrivando ad appoggiare le mani al pavimento. Teniamo questa posizione per almeno un minuto, assicurandoci di mantenere la schiena dritta.

Un altro piccolo esercizio per la prestazione della schiena consiste nel partire da una posizione supina con le braccia distese lungo i fianchi. Da qui, cercando di sentire la spina dorsale ben ancorata a terra, portiamo la gamba destra al petto, tenendola con la mano sinistra, mentre il braccio destro è disteso verso l'alto. Ripetere la posizione anche con l'altra gamba, e tenere per 15 secondi.

Allungare la colonna vertebrale

Allenare la colonna vertebrale è di fondamentale importanza per ottenere una buona postura e prevenire il mal di schiena. Spesso infatti l'infiammazione parte proprio da qui, generando un dolore che può arrivare a compromettere l'intera attività fisica. Per eseguire questo esercizio, dobbiamo procurarci una fascia morbida, non elastica. Si parte seduti a terra con le gambe unite, distese in avanti. Da qui si porta la cintura dietro le piante dei piedi, tirandola con le mani e cercando di tenere la schiena dritta senza piegare le ginocchia. Tenere la posizione per 15-20 secondi. Questo esercizio risulta molto utile poichè mantiene la colonna vertebrale allenata e dona molti benefici, tra cui superare la rigidità e sviluppare una buona resistenza.